Disdette

Dovendo cambiare domiciliazione bancaria alle varie utenze, stamani ho fatto un po’ di telefonate ai call center delle varie “multiutilities” – si dice così, no? – per sapere che procedura usare.
Al 13 maggio 2005 la situazione è questa:
   ENEL: mi hanno fatto la disdetta via telefono, e mi invieranno un modulo R.I.D. da compilare a casa e inviare via fax o posta. Nel frattempo, la gentile signorina mi avverte che “potrebbe giungere qualche bolletta disorientata“. Vuol dire che la nuova banca potrebbe non aver ancora ricevuto l’ordine di pagamento, e quindi devo pagare via posta. O aspettarmi un distacco per morosità?
   WIND (adesso si chiama Infostrada, ma è lo stesso): basta mandare un fax con le coordinate bancarie nuove a un numero verde.
   ITALGAS (dovrebbe essere sotto l’Eni, adesso): devo fare io la disdetta del R.I.D. alla vecchia banca, e mi arriverà, con la prossima bolletta, un c/c postale che dovrò pagare alla nuova banca, che così avvierà la procedura per il nuovo R.I.D.
   TELECOM: devo compilare il R.I.D. presso la nuova banca.
   VESTA (la multiutility di Venezia, per acqua e rifiuti): oggi c’è assemblea sindacale, quindi il call center non funziona.
   ASM (per il car sharing): devo disdire il R.I.D. alla vecchia banca, compilare quello alla banca nuova, e inviare una copia di quest’ultimo al loro fax.
Sei utenze, sei metodi diversi.
Quando si dice che viviamo in un’era telematica, no?

Annunci