Sovrabbondanza giornalistica

I corrispondenti nell’era di Internet sembrano inutili?
Pensate, cari Paolo e Carlo Felice, che in questo momento, al Gr Rai del Friuli-Venezia Giulia, il giornalista in studio a Trieste passa la linea al giornalista dello studio di Udine che legge un’Ansa relativa a un incidente stradale avvenuto nelle Marche in cui è deceduto un militare residente in Friuli!
Questo si chiama organico sovrabbondante e pletorico, basato su assunzioni a scopo politico.

Annunci

2 thoughts on “Sovrabbondanza giornalistica

  1. Considera, Andrea, che quel passaggio di microfono (talvolta maldestro nella pratica, ma io ne faccio piý che altro una questione di logica di conduzione e gestione del contesto) ha una sua radice non cosž scontata. Come ormai ben saprai, le popolazioni giuliane non amano particolarmente che le notizie gliele legga un friulano. Vicevera, i friulani hanno sempre contestato la centralitŗ di Trieste nell’economia dell’informazione regionale. Il compromesso (che Ť politico e culturale, anche se magari irrazionale e antieconomico) Ť quello che vedi: un telegiornale di dieci minuti che Ť gestito per un terzo abbondante da Trieste, per un terzo da Udine e per un terzo striminzito dagli studi volanti di Pordenone e Gorizia, secondo necessitŗ. Cosž la ridondanza di personale Ť alta, ma sono contenti contemporaneamente a Trieste, a Udine, a Gorizia e Pordenone.

I commenti sono chiusi.