Eroine nazionali

Ieri, durante l’ennesima e stucchevole festa della Padania a Venezia (ma non erano diventati i difensori della cristianitŕ, ‘sti celtici?) la signora Lucia Massarotto ha tradizionalmente esposto il tricolore al balcone. Quest’anno a risponderle era incaricato il ministro Castelli, che ha detto che la signora poteva issare “tranquillamente” il tricolore perché la Lega lo permetteva.
La risposta di Lucia Massarotto:

Non ho certo bisogno del consenso o del permesso di Castelli per esporlo. Eppoi non credo proprio che se la sinistra vincesse potrei esporre solo la mezzaluna.
Tra l’altro non posso esporlo mica tanto tranquillamente, perché anche quest’ anno, come sempre, sto continuando a subire gli insulti di alcuni militanti leghisti e in casa c’é un po’ di tensione
Bossi č diventato un’icona, un simbolo della voglia di protestare, di arrabbiarsi. Ma oggi mi ha fatto tenerezza: al di lŕ delle idee, č una persona malata
Mi preoccupa la presenza, all’interno della Lega, di persone ‘fulminate’ come Gentilini, Borghezio, Gobbo, che a mio avviso con certi loro interventi alimentano razzismo e odio, soprattutto tra i militanti piů giovani, che magari inseguono ancora l’illusione della Padania indipendente

Massarotto for president.

Annunci