La madre dei fessi

Mondoloma riporta una illuminante riflessione di un presunto portavoce dei ggiovani d’oggi sulle vicenda Lapo Elkann:

La mia generazione si sente sola e le singole individualità, soprattutto le più privilegiate, rischiano di non trovare riscatto nelle passioni e nelle idee, ma nei vizi e nei piaceri più pericolosi. Ci vuole rispetto, pudore e pazienza per affrontare il problema della droga nel mondo giovanile.

e ci aggiunge, a commento:

Insomma, essere ricchi in un mondo di cococo, disoccupati, pensionati e mutui a gogo, i poveracci da compatire sono quelli di successo?

Inutile dire che il vecchio Loma ha ragione da vendere, e che Diaco, nella sua prosa contorta e vacua, si commenta da solo.

Un pensiero riguardo “La madre dei fessi

I commenti sono chiusi.