Alla faccia del bicarbonato di sodio!

Il nuovo marchio sarŕ costituito dall’insieme delle 8,565 x 10 ^16 variazioni ottenibili sezionando un quadrato in 36 parti secondo i primi 5 termini della serie di Fibonacci e visualizzandone 12 in maniera casuale: tutte le varianti ottenibili sono ammesse, ed č anzi incoraggiato l’impiego di disegni diversi in ogni occasione, al fine di evidenziare piuttosto che la singola forma il principio logico costruttivo, riportabile ai concetti chiave di aggregazione, ordine, complessitŕ.

Sta roba sarebbe il nuovo logo della Insiel (che ne dici, Valde?)

The Unforgettable Fire

…Nei roghi di Parigi, quel che brucia č la “cittŕ”, la cittŕ come la concepiamo, la costruiamo, la viviamo noi in questo nostro Occidente, troppo pieno di pancia, troppo vuoto di cuore.
Brucia l’idea di un non-luogo, dove non si cresce, non si ama, non si vive insieme, dove si “sta”, e basta, in solitudine. Brucia l’idea che basti appena tollerare nuovi “abitanti”, senza che questi diventino cittadini, non solo accettando i doveri e acquistando i diritti che ne conseguono, ma assumendone la dignitŕ. E questo per ricordarci che due mesi fa, ben prima della rivolta parigina, tre interi palazzi, fatiscenti, inabitabili, fuori da ogni norma, sono andati in fumo, e con loro cinquanta vite di cittadini francesi dalla pelle scura, con il diritto di voto ma senza quello di una casa decente…


Dal blog dell’Azione Cattolica