Incontri sul treno

Si sale sul Venezia-Trieste delle 9.22 e si incontra uno scrittore.
Se si hanno circa due ore di tempo – lasciando che egli concluda al Mac e invii un articolo al giornale – si parla di (non in ordine): Venezia, Cacciari, Bruxelles (birre, cioccolato, cozze, boschi, cultura, parenti), Trieste, amici, tempo, computer, cellulari, palmari, libri, lettura, giornali e giornalisti, web, blog, foto digitali.
Si scende con la bora, si fanno quattro passi fino a un Caffé, dove si prende un caffè e un tè. La conversazione potrebbe proseguire, ma uno dei due deve andare a lavorare di corsa.
Ci si saluta con l’impegno di rivedersi al più presto, complice il festival. Con qualche altro amico.
UPDATE: Succede anche che ci si ritrovi al ritorno, sempre in treno, a farsi altre due ore di ciacole…

Annunci