Me lo sono chiesto sempre, cercando l’elisir della ricchezza, la “botta” che ti toglie di mezzo le rotture di pensare a come mettere assieme il pranzo e la cena. E sono arrivato alla conclusione che – purtroppo – la cosa non mi riguarda. Io sono un tonto mediocre, e per fortuna che c’è mia moglie, la razionalità pura, che vigila sulla mia vita.
Il genio è mio suocero, che però ha un particolare: è sfigato. Mi spiego: ha un cervello che, come si dice a Venezia, sfrigola, ossia ha sempre le rotelle in movimento (anche se con l’età inevitabilmente ci si rincoglionisce…) e ne pensa a caterve. E’ inventore, creativo, rappresentante di commercio, quindi facciatosta, e pure attore.
Però ha la sfiga, nel senso che le circostanze e il mondo gli remano contro.
Basti pensare che – pare vero – ha inventato il Subbuteo (vero! ho il modello in legno a casa) e qualcuno gli ha rubato l’idea, ha inventato lo stivale “Mosè” (proprio Mosè, non il Mose) graduato, per difendersi dicertendosi dall’acqua alta a Venezia. L’ha presentato con il sostegno morale (non certo la sponsorizzazione) nientemeno che di Arrigo Cipriani. Inutile dire che quest’anno di acqua alta ce n’è stata solo una…
Ma lui non demorde: si entusiasma per le cose nuove e geniali, pure per Skype, pensa un po’…
Comunque, visto che la Rete è un grande mercato (Tombolini docet), e a me il mio suocero mi fa anche tenerezza, lancio le sue mirabolanti idee. E lui ne ha una al giorno! E siccome non ha un sito web né un blog, il viral marketing glielo faccio io, a sua insaputa. Lui fa il giro dei negozietti e degli industrialotti, che un po’ lo ascoltano e un po’ no. Io gli faccio pubblicità in Rete.
Del Mosè parlerò un’altra volta, adesso è invece la volta del “Pince-Sol”


L’idea ce la lancia una domenica che viene a mangiare da noi: “Ho inventato il fissaggio definitivo per il telo da spiaggia!”, ci fa. E noi ci guardiamo basiti: “Eccolo là, di nuovo…”
L’idea è geniale: quanto fastidio danno i refoli di vento che sollevano l’asciugamano sulla sabbia e ti costringono a ri-stenderlo ogni volta?
Bene, ora c’è la soluzione de-fi-ni-ti-va!
Che ti ha ivnentato il suocero? Ha fatto costruire delle mollette col picchetto! Quattro belle mollette simil-bucato, con uno dei due manici (si chiamano così?) che si piega e si allunga in modo da venire infilato nella sabbia.
“E’ il gadget per l’estate! – ha fatto mio suocero – lo proporrò a Gente, a Oggi, che lo inseriscano come gadget!”.
Oh, c’è andato eh? E indovinate la risposta…
Vabbè, l’ha fatto comunque fare, ed è disponibile in pacchetti da quattro mollette ciascuno, ognuna da fissare agli angoli dell’asciugamano e da impiantare nella sabbia.
Il nome l’ha escogitato lui, francesizzante: “Pince-Sol”
Quest’anno – ci scommetto – calma di vento ovunque…
Antonio, fa’ girare la voce!

Annunci

Un pensiero riguardo “

I commenti sono chiusi.