Blog che “pagano”

“7 in condotta” ha fatto fortuna: ora c’è un libro.
Domanda: John Beer ha pagato chi gli ha fornito le note in condotta?

Annunci
Categories Web

3 thoughts on “Blog che “pagano”

  1. A parte lo stupido articolo dedicato al fenomeno dal Corriere di Verona, che sosteva che, come ogni blogger(???), John Beer ci tenesse al suo anonimato.
    Ma c’è davvero qualche credulone che creda che quelle note sian tutte vere? Andiamo. Poi, sì, sarà divertente. Ma il limite del surrealismo è stato ben da molto superato.
    Circa la tua domanda, non so se esista una risposta giuridica. Però suppongo che l’autore non abbia mai chiaramente espresso che il materiale avrebbe potuto avere uno scopo di lucro. Per cui, se uno vuol davvero impuntarsi, avendo serbato copia della mail inviata, credo potrebbe spuntarla.

  2. Questione di rispetto

    Ancora una volta quelli del Corriere online dimostrano la loro posizione snobistica e irrispettosa nei confronti dei blog, anche quando forniscono il materiale per scrivere un buon pezzo.
    Peraltro non sono nemmeno troppo aggiornati, visto che il blog…

I commenti sono chiusi.