Alla fine

Il discorso di Prodi al Senato ha il sapore di una delusione e di un capolinea.
L’Unione non esiste più.
La sinistra ha per l’ennesima volta dimostrato la propria incapacità a capire cos’è governare.
Non c’è una prospettiva politica chiara.
C’è chi lo critica perché non è di sinistra, chi si balocca con i Dico per avere una rendita di posizione, mentre siamo paurosamente arretrati e con le finanze pesanti.
Faciamo una legge elettorale, se ci riusciamo, e andiamo a votare.
Per riconsegnare l’Italia alla Prima Repubblica, quella non di Tangentopoli, ma di quella che aumenta il deficit e la spesa pubblica.
Poi sarà Argentina