Pasqua? Credere nel futuro, anche a Mestre

Stavo cercando uno spunto per questa Pasqua, su un modo di interpretare oggi la “risurrezione” che, per noi umani, è sempre un po’ difficile.

E guarda un po’, mi è arrivato un invito – dapprima su Facebook, poi sul web – a condividere un gruppo che si chiama “Partecipare la città“, che è un progetto del Comune di Venezia finanziato dall’Unione europea e dal Viminale, per l’integrazione. Al centro i quartieri che una certa campagna politico-mediatica indica superficialmente “a rischio”, come la Cita e via Piave.

E visto che la mia casa è in uno di questi, vedo che ci sono alcuni miei concittadini e coabitanti (tanti? pochi?) che operano, lavorano, convivono, pensano a un futuro. Che se proprio c’è bisogno, a Pasqua, è di una speranza viva e operosa.

Buona Pasqua

Annunci

Un pensiero riguardo “Pasqua? Credere nel futuro, anche a Mestre

I commenti sono chiusi.