E vai con la politica partecipata

Rompo il mio riserbo agostano per segnalare la prima conversazione politica sul web messa su da Enrico Milic e Francesco Russo, “terminal” in Fvg per Enrico Letta.
Io, sulle sorti magiche del web per la politica, nutro qualche dubbio, ma ci penso su poi vi faccio sapere. A tutti e due.

Annunci

Fortune

Piero Villotta, giornalista Rai di Udine e presidente dell’Ordine regionale, oggi, al GR:

Sembrava un delitto la morte di una ragazza a Udine, la fortunatamente non lo è stato…

Meglio volontario o pagato?

Il collega udinese Tommaso Cerno tiene un blog sul sito del suo giornale, il Messaggero Veneto. Ho conosciuto Tommaso da poco tempo, complice una sfortunata (per me) cena a Trieste. So che ha (o aveva) un blog “unofficial” su Splinder, ma non so ritrovarlo.
Nel blog sotto la sua testata dà prova di una sua originale e informata analisi della politica del Fvg – argomento che segue per lavoro – ma non disdegna riflessioni sulla Rete, come nel post che ho linkato. Peccato che sia necessario registrarsi a Kataweb per commentare.
Pare che la direzione aziendale abbia proposto ai propri redattori e collaboratori di avviare dei blog nei siti delle proprie testate, su base volontaria. Tommaso ha detto sì, assieme a Roberto Weber sul sito del Piccolo: pare che i giornalisti triestini abbiano risposto con un bel “No se pòl!”. A meno di non venire pagati. Risposta dell’editore: ciccia!
E’ che non lo trovo, ma vorrei confrontare il blog ufficiale di Tommaso con quello pseudonimo, e mi chiedo: meglio spontaneo o retribuito?

(Cugini) di campagna

Dal blog del ministro:

Fine settimana in giro per la campagna elettorale. Alessandria, Asti, Vercelli, Verona, Mira, Conegliano, Belluno. Belle città, città importanti anche perchè cinque anni fa diedero qualche prima soddisfazione…

Chissà perché s’è dimenticato di fare un giro a Gorizia…