Dove sono finiti

Forse interesserà Dave, ma oggi ho incontrato Zita Fusco, concorrente (si dice così?) della prima serie di Saranno Famosi-poi-Amici.
Voleva fare la conduttrice televisiva, e in effetti lo fa, in una TV triestina.
Una carriera meno fulminate di altri “divetti” come il concittadino Dennis, che vinse la mitica prima edizione, e sta facendo il cantante senza infamia né lode.
A 30 anni sta laureandosi, è molto carina, c’aveva un look sul violetto che m’ha fatto un po’ paura.
Mia moglie, che è una spettatrice compulsiva degli “Scazzi tra finti amici” non si ricorda per niente di lei…
Va bè, ho finito.

Bora.qua

Il sottoscritto ha avuto l’onore di essere invitato a partecipare al progetto “Bora.la“, un blog collettivo di notizie dalla profonda Mitteleuropa, ideato da quello sciroccato (o colpito ripetutamente da bora) Enrico Morbìn.
La cosa, nella sua vulcanicità e indeterminatezza, ha buone possibilità di andare avanti.
Io non so bene cosa scriverci, magari dei cross-posts con questo blog. Però la cosa intriga.
P.S.: Il primo contributo è qui

Come i Blues Brothers

Head Nazi: Yeah?
2nd Nazi: Sir.
Head Nazi: What’d you find out?
2nd Nazi: Okay. I called a friend at the Motor Vehicle department. That licence plate is like a rash all over the computer. The car belongs to a known traffic menace.
Head Nazi: What’s his name?
2nd Nazi: His name is Elwood Blues. He’s got a record a mile long. And, he’s a catholic.
Head Nazi: Did you get his address?
2nd Nazi: Of course. 1060 West Addison.


Nell’ambito dell’inchiesta sull’aggiotaggio contro la Lazio la Guardia di Finanza è andata a fare una perquisizione a Trieste, a un indirizzo che risultava la residenza di un tipo ungherese.
All’indirizzo corrisponde però lo stadio di calcio “Nereo Rocco”.