Ancora portali

Fidelizzare l’utente per fargli usare sempre il proprio sito, così da venderlo alla pubblicità.
Altavista? Virgilio? Tiscali?
No, Facebook.
Per di più con l’aiuto di quei nerd che gli fanno le applicazioni gratuitamente…

Annunci
Categorie Web

Avevo pasticciato un po’

Spero di aver riaggiustato tutto, anche se mi piacerebbe un bel layout nuovo.
Però mi sa che con MT3.2 è tutto un po’ impossibile.
Poi ho deciso che per le segnalazioni uso il Tumblr e lo vedete nel box a sinistra. Non più delicious

Categorie Web

Note dominicali

– Sto cominciando a capire Jaiku. Che è un bell’aggregatore di varie cose, e che posso tra l’altro selezionare come voglio io (di uno il twitter, di un altro il tumblr…). Il problema è la visualizzazione che è molto confusionaria.
Bloogs ha fatto i capricci ma l’ingegnere ha rimesso le cose a posto. A lui onore e gloria. Cliccate sugli adsense suoi…
– Per ora è meglio fare il sim-jockey. Non mi va di girare con due cellulari.
– In questo periodo di consigli m’escono fuori cose strane, in treno

Categorie Web

Detonatori

Sulla deprecata questione del Ddl Levi sull’editoria (o Internet tax) concordo con le precisazioni di CFDP. Vero è che la redazione del blog di Grillo ha colto la palla al balzo sparando una bordata e, visto che Grillo è al centro dei mainstream media, la questione è rimbalzata agli occhi dell’opinione pubblica.
Direi che Grillo fa da intermediario tra una Rete che resta sottotraccia e i media tradizionali che arrancano e beccano buchi madornali. Se non avei avuto migliaia di cose da fare qui sul Golfo avrei interpellato subito De Andreis prima della tracimazione grillesca, ma tantè, al momento, la dinamica informativa italiana.
Il quale Grillo (o meglio, la sua redazione) promette un VaffaDay all’editoria e ai giornalisti. I quali però sono suoi bersagli ma anche suoi “appigli” per non finire sottotraccia.
Io, come Luca De Biase, non la vedo male: un po’ di appello alla responsabilità (anche per la redazione-Grillo) non sarebbe male, anche se magari senza soverchie burocrazie. C’è chi coi blog prova a far soldi, e allora un po’ di regole non sono male.
Come se ne esce? Vediamo se evolve il dibattito o resta l’invettiva.

Categorie Web